Torna a casa Marco Polo

Dopo aver vissuto e lavorato a Shanghai, in Cina, per più di otto anni ho deciso che era il momento di cambiare qualcosa nella mia vita così ho preso la bicicletta e ho deciso di percorrere l’antica / moderna Via della Seta fino a Venezia, in Italia. Da qui l’idea del progetto Torna a Casa Marco Polo.

Più di 16000 km. Non posso davvero dire esattamente quanti perché ad un certo punto anche il contachilometri ha trovato qualche difficoltà a tenere il conto durante tutto un anno di avventure.

Ho pedalato attraverso la Cina, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Uzbekistan, Turkmenistan, Iran, Azerbaigian, Georgia, Turchia, Grecia, Bulgaria, Macedonia, Serbia, Kosovo, Montenegro, Croazia, Slovenia e infine l’Italia. 

Diciotto paesi Italia esclusa. Ho avuto la possibilità di confrontarmi con le tante diverse culture che ho incontrato lungo la strada e osservare il lento cambiamento e le sfumature che le dividono.

Ho inoltre avuto la possibilità di esplorare una parte del mondo islamico e la sua incredibile ospitalità.
Dalla pioggia e umido della Cina orientale con le sue risaie attraverso il terreno arido e le condizioni estremamente calde e ventilate del deserto Taklamakan.

Da Turpan, uno dei punti più bassi del pianeta Terra alla Pamir Highway in Tagikistan tra una delle strada più alte del mondo con il suo passo a 4655M.

Pedalato lungo i resti della Grande Muraglia cinese per pochi giorni, lungo il confine afgano nella valle di Wakhan in Tagikistan.